Bello!!!   Finalmente mi sento di dedicare un post ad alcune delle cose che per me hanno davvero significato tanto.  I 5 anni all’Istituto Statale d’Arte per me sono stati “la Svolta”, non solo perchè gli anni delle superiori coincidono con l’adolescenza che è il periodo di cambiamento maggiore nel percorso della crescita, ma anche perchè  i miei 18 anni sono stati pesantemente segnati dal mio “incidente”… la sofferenza rende l’uomo più profondo è stato detto.. ma a 18 anni si può fare a meno di tanta profondità!

Quest’anno ho avuto l’occasione di rientrare in contatto con delle “creature straordinarie” ^^ che non sentivo da tempo.Vorrei condividere quì alcune loro interpretazioni riguardanti il mio lavoro fatto fino ad ora; ho ricevuto questi loro pensieri dopo che hanno visionato questo  mio “scrigno web” , pensieri che mi hanno davvero emozionato :

“ciaaaaoooooooooo bellezza!!!!!!
appena ho visto la tua e-mail dove mi dicevi del tuo sito sono andata subito a visitarlo….
COMPLIMENTI è MERAVIGLIOSO!!!!!!!!!!!
si vede è Clelia in ogni parte… sono molto felice per te, immagino quanto lavoro ci sia dietro…
era da tempo che volevo dirtelo ma in alcune tue foto riesci ad emanare una luce,
un qualcosa… non sò come spiegartelo…
magari x altri nn sarà così (ognuno da un’immagine ha sensazioni diverse..)
ma le tue non sono solo immagini, solo foto, c’è qualcosa in più
quel qualcosa che almeno a me ogni volta che le vedo,
penso alla vita, che va vissuta fino in fondo sensa rinunciare a nulla
godersi ogni raggio di sole, ogni canto di uccellini appolaiati fra i rami degli alberi..
sono cose banali, frasi fatte ma quante volte ci si passa sopra sensa neanche soffermrsi un attimo..
una volta riuscivo a sognare ed essere feliceper quei sogni, anche solo all’idea di averli fatti…ora
mi sembra che tutto mi fugga via…che non riuscirò mai neanche ad avvicinarmici.. bò sarà un momento…
voglio crederlo..mi ci attaccherò con le unghie e con i denti..

però con le tue foto,i tuoi lavori.. mi dai forza e coraggio in me stessa…
grazie 1000 volte grazie
non smettere mai di essere quello che sei..
dolce ,misteriosa, emblematica…
unica ma sopratutto
solamente
CLELIA

un forte abbraccio *silvia*”

(Silvia Torretti “compagna di viaggio” all’Istituto d’Arte!)


“Stupenda! Come uomo ti dico meraviglia! Come creativo ti dico magica! Come scultore ti dico armonia! ..orgoglioso di conoscerti!! bacione!!”

“Il sole, il fiore e l’antico albero aspettano chi li sa guardare.. il corpo non basta .. esser bello .. è vivo e si muove e bisogna saper … muoverlo e fermarlo!! Tu ce l’hai fatta perchè hai l’anima per farlo!! Buon lavoro e Complimenti Ancora!”

(Massimo Ippoliti , scultore, professore di “plastica” all’I.S.A.)

“Ciao Clelia,ho osservato con straordinaria attenzione il tuo sito e quanto mi hai ulteriormente proposto. In quelle vedute di un corpo mutante ho riconosciuto la Clelia impressa nel mio immaginario poetico. Una donna elegante e dileguata, fisica e leggera come una nuvola, mai ostentata ma perdurante ed ostinata nel ribadire con il linguaggio delle membra il divenire forma e strumento, la forma di un pensiero, di un’idea che le trascenda. Perché la forma è per costituzione e vocazione involucro di un contenuto e non effimera apparenza. Gli involucri dell’arte sono fragili e permeabili, necessariamente, devono consentire alla luce dei sogni o dei pensieri creativi, di filtrare ed illuminare. In tal senso anche il disegno che ho ammirato ne è una naturale emanazione. Non vi è traccia di volgarità, ma sensualità volta in sensitività, nella qualità propria di un animo sensibile nel captare le istanze del mondo lasciandosene modellare. In questa accezione più profonda ti vedo modella ed artista (la sintesi di due paradigmi della grammatica dell’arte: il pittore e la sua modella…), un’unità speculare, un doppio in cui l’artista pretende dalla modella di trasfigurarsi in immagine (impressione estetica) e la modella attende dall’artista, di essere elevata, quasi annullata, nello statuto di forma (espressione estetica). Questo è il mio pensiero…. complimenti Clelia per il tuo lavoro e… coraggio, coraggio, coraggio, nel difenderlo.Un forte abbraccio Nicola.”

( Nicola Farina l’artista/professore di “laboratorio”  che ho avuto la fortuna di avere nel IV° e V° anno)

Volevo riportare queste righe perchè mi hanno davvero commossa.